giovedì 22 ottobre 2015

John Williams - Nulla, solo la notte. Una grandezza letteraria senza paragoni

John Williams - Nulla, solo la notte


Una grandezza letteraria senza paragoni


Iannozzi Giuseppe

Nulla, solo la notte - John Williams 


Vige una severa tragicità esistenzialista in John Williams, nel suo primo romanzo Nulla, solo la notte. Questo romanzo, breve e intenso, fu scritto da un uomo poco più che ventenne: straordinaria è la capacità del futuro professore di Denver. Nulla, solo la notte, Williams lo scrisse tra il ’42 e il ’45, mentre prestava servizio militare in India e Birmania; il romanzo sarà poi pubblicato nel 1948.
Nulla, solo la notte non è un romanzo di formazione, è invece fotografia di una società che si trascina nel buio di una notte senza fine, sempre alcolica, sempre senza speranza. John Williams non scade mai nel sentimentalismo, dimostra invece un accanito attaccamento alla veridicità facendo sua la lezione del naturalismo di Émile Zola. Ma c'è di più: la scrittura di John Williams, bilanciata e mai oziosa, introduce anche elementi tipici di quella che fu la generazione perduta raccontata da Francis Scott Key Fitzgerald. I personaggi di John Williams vivono nella metropoli, in una società che c'è e non c'è: indipendentemente dal ceto sociale cui appartengono, chi più chi meno, tutti sono degli sbandati che subiscono la catastrofe delle loro azioni, mai limpide, quasi sempre dettate da impulsi egoistici. Williams guarda dunque anche all'esistenzialismo, di cui Albert Camus ed Emil Cioran furono gli esponenti più fortunati e ben lontani dall'ipocrisia comunista di matrice sartriana.
Maxley non può, non vuole perdonare la colpa del padre. La sua esistenza si trascina nella notte: nelle vene più alcool che sangue, un credo questo che non intende abiurare. Per sopravvivere a sé stesso l'alcool è il solo spirito che lo tiene in piedi facendolo incespicare e cadere. Ronzano nella sua testa troppi pensieri, sentimenti contrastanti, talvolta scabrosi: realtà e incubi del passato si frammischiano, danno corpo a un'orgia shakespeariana.
Nulla, solo la notte è un gioiellino letterario senza paragoni, la scrittura severa e pulita di John Williams non è infatti comparabile a quella di nessun scrittore in particolare. Nella sua penna John Williams ha insediato il meglio di tanti e tanti scrittori , senza però mai cadere nella facile trappola di essere un loro emulo. Senza far rumore, John Williams ha scritto per tutta la vita, morendo quasi del tutto dimenticato, rischiando di eternarsi in un ingiustificato oblio. Oggi critica e pubblico l'hanno tratto in salvo: leggerlo è imperativo, per chiunque.

Qui il primo capitolo di "Nulla, solo la notte" di John Williams edito da Fazi editore
Nulla, sola notte - John Williams - Fazi editore - collane: le strade - traduttore: S. Tummolini - pagine: 144 - ISBN-10: 8864117024 - ISBN-13: 978-8864117027 - prezzo: 13,50 Euro